Rabbia e rassegnazione negli occhi chi frequenta la scuola primaria Matteotti di Borgata Paradiso a Collegno: studenti o piccoli atleti che dovrebbero – il condizionale è d’obbligo – poter usare la palestra.

Rabbia per come l’amministrazione comunale – sindaco Casciano e assessori Treccarichi e Bertolo in testa – ha gestito in questi anni i numerosi problemi della scuola. Dall’agibilità parziale delle strutture ormai vetuste alla mancanza di connessione internet per la DAD, dalle infiltrazioni d’acqua ai problemi di riscaldamento. Con la scusa che di lì a breve gli studenti avrebbero avuto una nuova scuola, l’edificio non ha più beneficiato di migliorie e i problemi sono stati scaricati sui piccoli utenti e sui loro genitori.

Rassegnazione perchè sebbene dal 2017 i politici collegnesi raccontino della nuova scuola Matteotti di via Vandalino, uno dei cavalli di battaglia della scorsa campagna elettorale, dopo cinque anni il cantiere della nuova scuola è ancora in alto mare e non è stata comunicata una data di fine lavori, nonostante la durata prevista fosse inferiore ai due anni.

Il sindaco Casciano comunicava alla stampa locale che i lavori sarebbero terminati entro Natale 2019, oggi nel 2022 non c’è nemmeno una previsione comunicata ai cittadini per la fine dei lavori di scuola e palestra e probabilmente si andrà al 2023 inoltrato. Ogni giorno una nuova scusa, ma la realtà è sotto gli occhi di tutti: il progetto è stato un fallimento. Insieme a tanti altri, basti citare il cantiere della piscina Bendini che, chiusa a giugno 2020, avrebbe dovuto riaprire nella primavera 2021 e invece è tuttora chiusa.

La vecchia palestra della Matteotti è praticamente inutilizzabile: recentemente, a causa delle infiltrazioni d’acqua sul muro, molte associazioni sportive hanno dovuto rinunciare ad allenarsi. L’acqua rende il muro pericolante? E’ una situazione accettabile che dal 2017 ad oggi studenti e atleti non abbiano a disposizione una nuova struttura e quella vecchia non sia utilizzabile con continuità?

Nel frattempo della palestra nuova nessuna traccia. A dicembre 2021 la gara d’appalto (perchè aspettare così tanto, sapendo da anni che era da appaltare?) per costruire la palestra della nuova Matteotti. L’appalto è stato assegnato nei primi mesi del 2022 al massimo ribasso (sperando che non ci siano sorprese su questo fronte) ma da mesi ormai si attende che i lavori inizino.

Insomma silenzio assoluto: i lavori non sono partiti, siamo a maggio e tra circa tre mesi gli studenti si troveranno ad entrare in una scuola senza palestra e con un cantiere aperto? Lo abbiamo detto e lo ribadiamo: la gestione di questa vicenda e dei problemi causati ai cittadini, agli studenti e alle associazioni sportive che usufruiscono delle strutture dovrebbe concludersi con le dimissioni immediate dei protagonisti.