Prima Industrie venduta ai fondi, addio alla Borsa dopo 23 anni

Prima Industrie venduta ai fondi, addio alla Borsa dopo 23 anni

Addio alla quotazione in Borsa dopo 23 anni e cambio di guardia nella proprietà: Prima Industrie, leader di settore nei sistemi laser per applicazioni industriali con sede a Collegno, è stata infatti acquisita dai fondi Alpha Private Equity e Peninsula, attraverso la controllata Femto Technologies. L’azienda conta circa 1700 dipendenti e ha stabilimenti produttivi in Italia, Finlandia, Usa e Cina e una presenza diretta commerciale in tutto il mondo.

Nella nota stampa si legge che dopo la vendita a 25 euro per azione, con una premialità del 12.6% rispetto alla chiusura in Borsa, sarà lanciata un’OPA obbligatoria allo stesso prezzo. E’ previsto che venga favorita la partecipazione nel capitale sociale da parte del management del Gruppo Prima Industrie: Gianfranco Carbonato e Domenico Peiretti continueranno a rivestire, rispettivamente, la carica di presidente e di vicepresidente del consiglio di amministrazione: i due manager reinvestiranno per avere una quota di circa il 6%.

Il totale dell’operazione? Circa 129 milioni di euro (ad una valutazione di 262 milioni), un bel gruzzolo per i soci tra cui l’ex presidente di Confindustria Piemonte ed ex membro del CdA di Intesa Sanpaolo, secondo la stampa locale amico personale di Sergio Chiamparino. A vendere le 5.167.861 azioni sono Erste International S.A. (3.050.181 azioni), Gianfranco Carbonato (380.000 azioni), Franca Gagliardi (40.000 azioni), Davide Peiretti (20.000 azioni), dP-Cube Srl (250.000 azioni), Joseph Lee Sou Leung (662.315 azioni), J and Lem Limited (115.444 azioni) e World Leader Limited (649.921 azioni).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.